menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fitofarmaci sequestrati

Fitofarmaci sequestrati

Distrutte 35 tonnellate di fitofarmaci contraffatti. Gli inquirenti: "Pericolosi per l'ambiente"

Con una complessa e scrupolosa procedura sono state smaltite 35 tonnellate di fitofarmaci inquinanti sequestrati dai carabinieri. Le indagini hanno portato anche a 24 provvedimenti restrittivi

Oltre 35 tonnellate di fitofarmaci illegali, sequestrati nel 2012, sono stati distrutti dai carabinieri dei nuclei antifrodi da quelli del comando politiche agricole ed alimentari in provincia di Napoli. L'operazione era parte integrante di una più ampia azione di contrasto al traffico internazionale di fitofarmaci contraffatti. Secondo gli inquirenti, i prodotti - il cui fine sarebbe combattere le avversità cui vanno incontro le piante - avrebbero potuto contaminare l'ambiente ed il ciclo agroalimentare.
Le operazioni di distruzione, sotto la diretta vigilanza dei carabinieri come richiesto dalla Procura della Repubblica, hanno necessitato di un particolare dispositivo di sicurezza: le sostanze pericolose sono state trasportate su quattro autoarticolati dalla provincia di Napoli a quella di Bologna; lì sono state smaltite presso i laboratori di una ditta specializzata.

L'indagine, condotta dai Nac in collaborazione con il nucleo investigativo dei carabinieri di Torre Annunziata, era volta a contrastare le produzioni falsamente indicate "biologiche" e le gravi contaminazioni che i prodotti chimici contenuti (non consentiti) possono determinare nell'ambiente. Gli inquirenti hanno individuato una fitta rete di prodotti contraffatti, riconducibile ad un gruppo criminale localizzato in Campania, nella provincia di Napoli, "ben organizzato e strutturato su una rete commerciale internazionale" che ha diffuso ingenti quantitativi di sostanza non commercializzabili in Italia né in Europa. Il volume d'affari dell'organizzazione criminale è stato stimato in oltre 2 milioni di euro solo nel 2013. Le indagini hanno portato al sequestro di 200 tonnellate di agrofarmaci nonché a 24 provvedimenti restrittivi per i reati di associazione per delinquere, contraffazione di prodotti industriali, ricettazione, riciclaggio e abusiva commercializzazione di agrofarmaci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

social

Lotto, estrazione di martedì 11 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento