Cronaca

Francesco Emilio Borrelli: "No alle mimose abusive che spesso finanziano la camorra"

Il consigliere regionali: "Meglio spendere qualche euro in più ma comprare in negozio, da negozianti che pagano le tasse. Molto spesso chi vende le mimose in strada finanzia la malavita"

(foto Ansa / nel riquadro Francesco EMilio Borrelli)

“Diciamo no all’acquisto di fiori dai rivenditori abusivi in occasione della Festa della Donna. Anche noi aderiamo all’iniziativa dell’Ascom ‘Compra i fiori in negozio’. E’ ora di dire basta ai mercimoni abusivi che danneggiano i negozianti che rispettano le regole”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli.

“Invitiamo tutti i cittadini ad evitare di acquistare fiori dagli ambulanti abusivi. Spesso e volentieri si tratta di merce proveniente dalle floricolture abusive gestite dalla criminalità organizzata. Acquistando mimose e altri fiori di dubbia provenienza si finanzia la malavita. I fiori sono un regalo bellissimo ma vanno acquistati dai negozianti in regola, che pagano le tasse e rispettano la legge. Troppo spesso le persone oneste subiscono la concorrenza sleale degli abusivi. Meglio spendere qualche euro in più ma avere la certezza di acquistare un prodotto di qualità, proveniente da floricolture gestite da imprenditori onesti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Emilio Borrelli: "No alle mimose abusive che spesso finanziano la camorra"

NapoliToday è in caricamento