rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Sant'antonio abate / Viale Kennedy

Finta rapina in gioielleria per un corto: arrivano i carabinieri

Alcuni cittadini hanno lanciato l'allarme non accorgendosi che si trattava di una scena

Stavano girando un cortometraggio che prevedeva una scena in cui veniva rapinata una gioielleria. Si sono visti arrivare i carabinieri, ma quelli veri. Poteva finire molto peggio l'esperienza cinematografica di alcuni ragazzi a Sant'Antonio Abate. Stavano girando una finta rapina per un corto in una gioielleria di viale Kennedy quando alcuni vicini si sono allarmati ed hanno chiamato i carabinieri. Non avendo avvertito le forze dell'ordine, i militari hanno ritenuto la chiamata credibile.

La descrizione di chi denunciava parlava di alcuni criminali a volto coperto ed armati di pistole. Solo che chi ha denunciato non ha fatto caso alla videocamera e quando i militari sono arrivati sul posto si sono trovati davanti alla messa in scena. Per fortuna si sono accorti subito che si trattava di un set e che le armi, che impugnavano i protagonisti, erano giocattolo. Tutto si è concluso con le scuse dei giovani cineasti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finta rapina in gioielleria per un corto: arrivano i carabinieri

NapoliToday è in caricamento