Napoletano in trasferta prova per tre volte ad accendere finanziamenti con documenti falsi: arrestato

I fatti sono accaduti nel leccese: l'uomo si spostava da un centro commerciale all'altro, ma la pratica non si sbloccava mai. Al terzo tentativo sono arrivati i carabinieri

Un 42enne di Casalnuovo è stato arrestato a Lecce dopo aver provato per tre volte ad accendere un finanziamento presentando documenti falsi per acquistare oggetti elettronici di marchio Apple per un totale di circa 2400 euro. Al terzo tentativo (i primi due erano stati infruttuosi) sul posto sono arrivati i carabinieri. L'uomo - come riporta LeccePrima - è stato trasferito nel carcere di Borgo San Nicola. 

Un primo tentativo è stato effettuato nel centro commerciale Unieuro di Cavallino, un secondo a Lecce in un negozio Euronics. In entrambi i casi le pratiche si bloccavano per anomalie e il 42enne cambiava negozio. Al terzo tentativo, nel centro commerciale di Surbo, è stato arrestato: è accusato di tentata truffa aggravata, sostituzione di persona e possesso e fabbricazione di documenti falsi. Tra i documenti clonati c'erano quelli di proprietà di un ignaro dipendente dell'Asl di Lecce.

I dettagli su LeccePrima
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Campania zona arancione: ecco cosa si può fare

Torna su
NapoliToday è in caricamento