Giovedì, 28 Ottobre 2021

Vaccini Covid, file chilometriche sotto la pioggia per medici e infermieri: "Non meritavamo tale trattamento"

"Bastava dividerci con un criterio", denunciano gli operatori sanitari in fila dalle 7 di questa mattina per il vaccino Covid

"Non c'è rispetto per chi lotta in prima linea contro il Covid da marzo. Siamo dalle 7.30 del mattino sotto la pioggia. Non meritavamo questo trattamento. Bastava dividerci con un criterio, per esempio in ordine alfabetico e magari su appuntamento". E' una delle tante testimonianze di medici, infermieri e dipendenti dell'Asl Napoli 1 in fila alla Mostra d'Oltremare per il vaccino Covid. Anche ieri c'erano state lamentele (1700 i vaccinati), ma questa mattina le code sono ancora più lunghe (tre ore di attesa media) e arrivano fino quasi allo stadio Maradona (ex San Paolo), come viene mostrato nel video girato da un operatore sanitario napoletano. 

"La vaccinazione doveva essere dedicata ai medici di base"

"Pur comprendendo il momento difficile non possiamo valutare accettabile l'organizzazione fatta alla Mostra d'Oltremare di Napoli. Oggi sarebbe dovuta esserci la giornata dedicata ai medici di medicina generale e invece c'è una fila enorme, che ricomprende molte altre categorie", denunciano FIMMG (Federazione italiana medici di medicina generale) e Comegen. I medici sono stati convocati con un "generico" sms e senza suddivisione di orari e giorni, "Sarebbero dovuti essere vaccinati per primi i medici di base per i rischi che corrono ogni giorno a stretto contatto con i pazienti senza difese".

"IN FILA PER CINQUE ORE": LE INTERVISTE A MEDICI E INFERMIERI|VIDEO

Vaccini anche martedì e mercoledì 

Vista l'alta affluenza di operatori sanitari e dipendenti in fila, l'Asl Napoli 1 sta programmando la possibilità di inoculare i vaccini anche nelle giornate di martedì 12 e mercoledì 13 gennaio dalle 8.30 alle 18.00, sempre nel padiglione 1 della Mostra d'Oltremare.

Vaccini Covid, file alla Mostra d'Oltremare (Foto De Cristofaro)

De Magistris: "File indegne"

“Anche oggi file indegne di un paese civile per vaccinarsi. Regione Campania ed ASL hanno avuto settimane per organizzare un servizio che aspettiamo da mesi. Esseri umani, in particolare personale sanitario, in fila per ore al freddo e sotto la pioggia. Subiamo ormai la propaganda di loghi giganteschi, effigi, stemmi, spillette e passerelle politiche, ma ora basta, si sta superando la decenza. Già venivamo dall’esperienza indegna delle file per i tamponi, si abbia ora la decenza istituzionale di chiedere scusa, porre rimedio e rispettare la nostra comunità cittadina". È la dichiarazione del Sindaco Luigi de Magistris.

LA RISPOSTA DELL'ASL: "E' UNICO MODO"

 "SFORZO SENZA PRECEDENTI"

Sullo stesso argomento

Video popolari

Vaccini Covid, file chilometriche sotto la pioggia per medici e infermieri: "Non meritavamo tale trattamento"

NapoliToday è in caricamento