rotate-mobile
Cronaca

La figlia del vigilantes ucciso si laurea in legge con 110 e lode

Marta Della Corte si è laureata con la tesi "dolo eventuale e colpa cosciente nei delitti di omicidio"

Marta Della Corte, figlia di Francesco, il vigilantes ucciso il 3 marzo 2018 all'uscita della metro di Piscinola, si è laureata in Giurisprudenza all’Università Federico II. A dare la notizia è la stessa neo dottoressa con un post Facebook: "A quest’Università, per le persone che mi ha permesso di incontrare, per i momenti unici che mi ha regalato, per i bei ricordi che mi ha permesso di costruire e che porterò sempre nel mio cuore. Per avermi fatta sentire una ragazza normale, leggera e spensierata quando nulla attorno a me lo era. Per essere stata il mio posto sicuro, il mio rifugio. Per questo e tanto altro Grazie. Dottoressa magistrale in Giurisprudenza 110 lode".

Marta Della Corte si è laureata con la tesi "dolo eventuale e colpa cosciente nei delitti di omicidio", che non può non richiamare a quella tragica notte in cui suo papà Francesco perse tragicamente la vita.

Vigilantes ucciso

I tre giovani accusati di aver ucciso il vigilantes per rubargli la pistola erano stati condannati in primo e in secondo grado a 16 anni e 6 mesi di reclusione. La Corte di Cassazione aveva poi annullato le sentenze. Lo scorso ottobre, però,, la Corte di Appello per i Minorenni di Napoli ha ridotto la pena di due anni in meno di reclusione (da 16 anni e 6 mesi a 14 anni e 6 mesi), escludendo l'aggravante della crudeltà, inizialmente ipotizzata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La figlia del vigilantes ucciso si laurea in legge con 110 e lode

NapoliToday è in caricamento