rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024

In migliaia per Giulia, la famiglia: "Sentiamo il vostro calore" |VIDEO

Fiaccolata a Sant'Antimo. Il sindaco Buonanno: "Intitoleremo a lei il nostro centro antiviolenza". Al corteo presente anche De Luca

Difficile stabilire quante persone abbiano sfilato per le strade di Sant'Antimo in memoria di Giulia Tramontano. Qualcuno sussurra 10mila. Lacrime, candele, segni di lutto, striscioni. Per il paese è stato un giorno lunghissimo, aperto da un duplice omicidio per motivi passionali. Poi, nel pomeriggio, il lungo corteo, partito dalla villa comunale fino al Santuario di piazza della Repubblica. Durante il tragitto, c'è stata una lunga pausa davanti all'abitazione della famiglia Tramontano, in via Gregoris Lambrakis, dove sono state depositate corone di fiori e accese fiaccole. 

Don Salvatore, il parroco che ha cresciuto Giulia, ha letto un messaggio della famiglia: "Ci dispiace non essere lì con voi, ma sentiamo il vostro calore. L'amore per Giulia e Thiago è un fuoco che non si psegnerà mai. Non proviamo odio, ma solo immenso dolore". 

Oltre al sindaco Buonanno, presente anche Vincenzo De Luca: "Sembra di tornare a un mondo senza valori. Dovevamo ricordare Giulia e siamo qui a parlare anche di un duplice omicidio". Il primo cittadino ha mantenuto in questi giorni i contatti con la famiglia: "Credo che sentito il nostro calore e quello di tutto il paese. Vogliamo intitolare il centro anti-violenza a Giulia, sperando di non dover più piangere morti così". 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento