menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via il festival del Mediterraneo tra Napoli e Palermo

Siglato l’accordo tra Scajola, Bassolino e Lombardo per la realizzazione del “Festival delle Città del Mediterraneo” che si terrà nell'arco del 2010-2012. La programmazione del festivalsi svolgerà prevalentemente tra Napoli e a Palermo

Il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, e il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, hanno siglato un accordo con per la realizzazione del “Festival delle Città del Mediterraneo” nell’arco del prossimo biennio 2010-2012.

La programmazione del festival e tutte le iniziative culturali, formative e sociali ad esso collegate si svolgerà prevalentemente tra Napoli e a Palermo, coinvolgendo inoltre le principali città dei Paesi delle sponde Nord e Sud del Mediterraneo (Marocco, Libano, Tunisia, Turchia, Spagna, Francia, Grecia, Egitto, Cipro, Siria), attraverso attività e manifestazioni rappresentative dei rispettivi sistemi produttivi, economici, culturali, artistici.

Questo il dettaglio delle iniziative che saranno messe in campo:
- Partenariato: costituzione di reti di scambio tra città di paesi della sponda Sud e Nord del mediterraneo.
-  Sviluppo: confronto tra sistemi produttivi e modalità e tipicità della produzione artigianale locale; promozione e valorizzazione dei reciproci sistemi agro-alimentari; iniziative di confronto riguardo all’innovazione e ai diversi campi dell’attività produttiva e dello sviluppo economico, con particolare attenzione alle politiche energetiche e ambientali.
-  Formazione: iniziative di scambio e confronto su metodologie e saperi appartenenti a diversi contesti.
-  Promozione turistica: attività di co-marketing e di integrazione dei flussi turistici, con particolare attenzione al potenziamento delle strutture d’accoglienza.
- Internazionalizzazione: creazione di occasioni di relazione e di confronto internazionale tra imprese locali, attivando direttamente o incrementando i flussi di dialogo e interrelazione internazionale tra soggetti, istituzioni e sistemi città/Paese.
- Comunicazione: diffusione nel bacino euro-mediterraneo delle iniziative realizzate. Promozione dei valori di collaborazione e cooperazione interregionale, internazionale e mediterranei di cui il progetto è portatore.
I soggetti attuatori del Festival saranno la Fondazione Campania dei Festival, già titolare del Festival nazionale del Teatro di Napoli, e il Museo d'arte contemporanea di Palermo “Riso”.

La dotazione finanziaria per lo start-up del progetto è di 6 milioni di euro. Il Ministero dello Sviluppo Economico parteciperà finanziariamente non appena saranno disponibili le risorse del FAS nazionale 2007/2013 e con eventuali economie della precedente programmazione. Le Regioni Campania e Sicilia, oltre alle altre amministrazioni interessate a far parte dell’iniziativa, co-finanzieranno le attività del Festival attraverso proprie risorse.
 
“La firma dell’accordo con le Regioni Campania e Sicilia”, ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, “rappresenta un’altra grande iniziativa di questo Governo per rendere il  Sud dell’Italia capofila nella valorizzazione delle risorse artistiche, culturali e dei prodotti locali di tutti i paesi del Mediterraneo in una logica sinergica tra istituzioni nazionali e regionali, che potrebbe essere adottata a modello per altri settori e iniziative. La creazione di forti legami con i popoli che si affacciano sul Mediterraneo sarà inoltre la base di partenza per il raggiungimento dell’obiettivo molto più ambizioso di dare vita ad una politica mediterranea unitaria e condivisa”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento