rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Gino Strada a Forcella sull'immigrazione: "La situazione di oggi è disumana"

"Addá passà 'a nuttata", è il commento amaro di Strada sulla situazione che sta vivendo oggi l'Italia

A Napoli per il Festival dei diritti umani Gino Strada quando arriva a Forcella si ferma a salutare il papà di Annalisa Durante, la bambina vittima innocente del fuoco di camorra cui è dedicato lo spazio in cui si tengono le proiezioni del Festival, e i tanti che vogliono stringergli la mano.

Parla senza esitazioni. Con tono fermo. Sull'immigrazione a Napoli e provincia dice: "L'integrazione c'é, anche se manca ancora molto. Sono processi che non avvengono in un giorno, ma la voglia c'è e anche l'impegno". Sulla situazione italiana risponde in perfetto napoletano "Addá passà 'a nuttata" e aggiunge "possiamo tornare ad essere un paese civile , la situazione attuale la definirei disumana". Per i giovani "a rischio" un messaggio di speranza: "tenete duro. È difficile, lo so, ma le alternative ci sono".

Festival Diritti Civili (Foto De Cristofaro)

E parole di speranza sono venute anche da padre Alex Zanotelli, intervenuto alla conferenza che ha seguito il film, incentrato su storie vere di integrazione possibile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Strada a Forcella sull'immigrazione: "La situazione di oggi è disumana"

NapoliToday è in caricamento