menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Ferragosto "calcistico" dei giovani africani di Napoli vicino all'ex Pretura

Sei contro sei, sanpietrini come terreno di gioco, magliette improvvisate e porte piccolissime. Anche il parcheggiatore abusivo ha un occhio di riguardo per gli spettatori che lasciano le auto nei pressi del "campo" per assistere alle "partite"

Non saranno bravi come i vari Milla, Eto'o, Drogba e Weah, ma almeno i giovani africani che hanno trascorso il Ferragosto giocando a pallone nei pressi dell'ex Pretura di Napoli, a Porta Capuana, ce la mettono tutta per emularli.

Sei contro sei, i sanpietrini come terreno di gioco, due porte piccine piccine fermate da grosse pietre, e pure il pubblico a fare il tifo per loro. Sono dello Zambia, del Camerun, del Marocco, della Tunisia, della Guinea e del Ghana, e giocano per passione, quando hanno un paio d'ore libere dal lavoro che, bene o male, quasi tutti hanno trovato qui a Napoli.

Le divise da gioco sono quello che sono, e cioè delle semplici pettorine, i pantaloncini e i calzettoni non sono dello stesso colore, ma non importa. Quel che conta è divertirsi, e i giovani africani ci riescono benissimo, suscitando la curiosità dei passanti, che si fermano a guardare e si appassionano.

C'è pure l'arbitro, ci sono i raccattapalle e addirittura il parcheggiatore abusivo della zona ha un occhio di riguardo per le macchine degli improvvisati spettatori che, a decine, richiamati pure dal passaparola, assistono alle partite. Nessun problema di integrazione con la gente del posto, nessun coro razzista come nei grossi stadi, nessun "buuu" di scherno come quelli ai quali neppure i grossi campioni sono ancora abituati.

I giovani africani che giocano a pallone sotto Porta Capuana hanno catturato la simpatia anche dei napoletani, che guardano da lontano e apprezzano i tiri micidiali che, quando vanno in porta, la fanno volare via, tanto che è piccola. "Le usiamo così piccole perché così è più difficile segnare -spiega in un perfetto italiano uno dei ragazzi di colore-, ma per noi quel che conta è solo divertirci". Un Ferragosto di calcio, dunque, magari calcio minore, per chi proprio non ce l'ha fatta a stare un solo giorno senza le giocate di Higuain e di Insigne.

https://www.facebook.com/mario.amitrano.5

Clicca qui per vedere il video dei giovani che giocano nei pressi di Porta Capuana a Napoli (da youreporter.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento