menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In manette il capoclan Feliciano Mallardo. Beni sequestrati per 600 miliori di euro

Operazione anticamorra condotta tra il Lazio e la Campania dalla Guardia di Finanza. Le aziende del clan avevano acquisto il controllo di interi settori economici: caffè, centri scommesse, bibite e prodotti parafarmaceutici

Nel corso di un'operazione anticamorra condotta in queste ore tra il Lazio e la Campania dalla Guardia di Finanza è stato catturato Feliciano Mallardo, detto "o sfregiato", ritenuto l'attuale capo dell'omonimo clan camorrista di Giugliano in Campania. Tra i beni sottoposti a sequestro, oltre a circa 900 immobili e 23 aziende, anche 200 conti corrente bancari, auto e moto di lusso e partecipazioni societarie. Il tutto per un valore complessivo stimato di 600 milioni di euro.

Le aziende del clan avevano acquisto il controllo di interi settori economici: dalla produzione e commercializzazione del caffè, ai centri scommesse, al commercio all'ingrosso di bibite e prodotti parafarmaceutici. Nel settore edile gli arrestati hanno effettuato, per conto del clan Mallardo, speculazioni edilizie e costituito numerose società immobiliari operanti soprattutto in Provincia di Roma.

Le Fiamme Gialle di Roma stanno apponendo i sigilli su alcuni cantieri edili e su circa 230 tra terreni e unità immobiliari, in particolare nei Comuni di Roma, Mentana, Guidonia Montecelio, Monterotondo e Sant'Angelo Romano.


Tra i beni sequestrati c'è anche uno stabilimento per la torrefazione del caffé di Castel Volturno. Secondo gli investigatori il caffé 'Seddio' veniva 'imposto' a moltissimi bar del Casertano e del basso Lazio. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento