Cronaca

Resta senza farmaco anti tumorale per un errore, corsa contro il tempo di un farmacista per recuperarlo

La gioia del padre del giovane chemioterapico alla consegna del farmaco

“La telefonata è arrivata sabato sera: per un mero errore di prescrizione un giovane ragazzo, in lotta contro un tumore, sarebbe rimasto senza medicinale”. Il Dott. Raffaele Marzano affida ad un post Facebook il racconto di una domenica speciale, che vede i farmacisti napoletani in “soccorso straordinario” di un papà angosciato per il proprio figlio senza medicinale.

"La prassi burocratica avrebbe previsto una nuova prescrizione da parte del medico, la richiesta in farmacia, l’arrivo del farmaco il giorno dopo. Troppo tempo: così, contattato per le vie brevi, Gennaro Dello Iacovo, amministratore delegato Federfar.Na, decide per un’apertura straordinaria del deposito che si occupa della gestione e logistica dei farmaci di proprietà delle AASSLL e che le farmacie distribuiscono per loro conto, evitando ai cittadini di doversi recare presso distretti ed ospedali. Grazie alla collaborazione del responsabile della logistica Gianluca De Falco è tutto già pronto nelle prime ore di stamattina. “Ritiro e consegna - racconta il Dott. Marzano - non mi accorgo che sto sforando i limiti e la polizia mi insegue e mi ferma: dopo le spiegazioni sono comprensivi e compiaciuti. Quando arrivo, il padre del ragazzo mi prende la testa tra le mani e mi bacia in barba a qualsiasi precauzione… Al diavolo le mascherine, i Dpcm, le polemiche, il modo in cui ci fanno lavorare”. “Sono farmacista, rugbista e un inguaribile ottimista”, conclude il suo post il Dott. Marzano, interpretando lo stato d’animo di tanti farmacisti, in questo periodo tirati spesso in ballo per l’emergenza mascherine, dimenticandone il ruolo sociale e sanitario che hanno continuato a ricoprire anche durante l’emergenza coronavirus

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resta senza farmaco anti tumorale per un errore, corsa contro il tempo di un farmacista per recuperarlo

NapoliToday è in caricamento