menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Paolo Ascierto / Ansa)

(Paolo Ascierto / Ansa)

Coronavirus, il Tocilizumab "sembra funzionare". Cauto ottimismo da Napoli

Il farmaco - in commercio per la cura dell'artrite reumatoide - sembra avere effetti sulle gravi conseguenze respiratorie che hanno alcuni tra coloro che contraggono il Coronavirus. L'idea è nata a Napoli

"Sembra che il farmaco Tocilizumab funzioni: chi è in terapia intensiva migliora, chi è in terapia sub intensiva potrebbe non andare in quella intensiva". Emergono buone prospettive dalla cura che alcuni pazienti stanno ricevendo con il Tocilizumab, il farmaco finora utilizzato solo per l'artrite reumatoide ma che - secondo l'ipotesi del professor Paolo Ascierto dell'Istituto Tumori di Napoli - potrebbe funzionare anche sugli effetti peggiori del Coronavirus.

Tocilizumab, ecco come funziona

Ascierto è intervenuto ad Agorà, sui canali Rai. L'oncologo e direttore dell'Unita' di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell'Istituto tumori Pascale di Napoli ha spiegato che "i segnali che continuano ad arrivarci sono incoraggianti. La parola d'ordine è un cauto ottimismo. A breve partirà la sperimentazione dell'Aifa ma il farmaco in questo momento è a disposizione di tutti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento