Traffico di farmaci rubati: sette condanne

Pene durissime inflitte ai membri dell'organizzazione che vendeva farmaci anche al Monaldi e al Cardarelli

Trafficavano farmaci rubati tra cui anche quelli oncologici. Con questa accusa sono state condannate sette persone dai giudici del tribunale di Napoli Nord. Condanne durissime a carico di coloro che venivano considerati i capi dell'organizzazione. Dieci anni di reclusione è stata la condanna inflitta ai danni di Vincenzo e Pasquale Alfano, due anni in meno a Marco Reina, Salvatore De Simone, Giorgio Lucio Grasselli, quattro anni a Ernesto Pensilino mentre un anno con sospensione della pena per Concetta Luongo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine 

I farmaci, tra cui quelli oncologici, antireumatici e neurodegenerativi costavano fino a tremila euro a confezione. Venivano venduti anche a ospedali napoletani come il Cardarelli e il Monaldi provocando dei danni economici gravissimi al Sistema sanitario nazionale. L'indagine partì nel giugno 2014 quando venne scoperto dalla guardia di finanza il farmacista Eduardo Lambiase mentre catalogava una partita di farmaci rubati in un capannone ad Arzano. Lambiase ha patteggiato la pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento