Cronaca

Sgominato il “Napoli group”: arrestati due falsari internazionali

Nella loro auto trovato un borsone con mille banconote da 100 euro. Il loro traffico di denaro falso ha coinvolto Napoli, Udine, Roma, oltre che Austria e Slovenia

Banconote false

Ad Udine è stata sgominata una banda di falsari napoletani: l'operazione - “una delle più grandi di quest'anno in Italia”, ha spiegato il capitano dei carabinieri di Udine Pasquariello - ha coinvolto i nuclei investigativi del capoluogo friulano, di Frascati, la polizia slovena, il centro cooperazione austriaco di Thörl-Maglern e il comando carabinieri antifalsificazione monetaria.

Due le persone arrestate, entrambi di Napoli, di 49 e 45 anni. Lo scorso 18 luglio erano in un locale di Velletri, quando sono stati bloccati dai carabinieri del posto. Ora entrambi sono in custodia cautelare nel carcere della cittadina laziale. All'interno della loro automobile è stato recuperato un borsone con all'interno mille banconote da 100 euro false.

I due sono considerati dei veri e propri "fuoriclasse" del settore, di caratura internazionale. Il guadagno che avrebbero potuto trarre dalle false banconote in loro possesso era enorme: 100mila euro falsi costano 20mila euro. E il loro era un “prodotto di altissima qualità”, come ha sottolineato il tenente colonnello Luciano Paganuzzi.

L'inchiesta che ha portato all'arresto dei due falsari è nata in Friuli lo scorso anno, quando diversi commercianti hanno denunciato l'arrivo nelle loro casse di banconote false. Le stesse poi ritrovate in Austria e Slovenia. Il denaro si muoveva su diverse tratte, tra Udine, Napoli, Roma e Nova Gorica. Questo tipo di attività è associabile a quello che gli investigatori identificano come il "Napoli group": non si tratta di un'organizzazione, ma di una tipologia di falsari estremamente abili e capaci di produrre carta moneta molto credibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominato il “Napoli group”: arrestati due falsari internazionali

NapoliToday è in caricamento