rotate-mobile
Cronaca Casamicciola terme

Casamicciola, nuova evacuazione per allerta meteo: in 500 lasciano le loro case

Situazione ancora difficile a Ischia. I dettagli

A Casamicciola scatta una nuova evacuazione per i cittadini delle zone a rischio. È la conseguenza dell'allerta meteo di colore giallo diramata a partire dalla prossima mezzanotte dalla Protezione civile regionale: il Comune isolano ha infatti resto noto che, in seguito all'allarme, chi vive nelle zone considerate pericolose per il rischio idrogeologico dovrà lasciare la propria abitazione per 24 ore.

Saranno i vigili urbani a contattare telefonicamente i casamicciolesi che devono lasciare le case indicando l'albergo in cui recarsi. L'evacuazione scatterà dalle ore 16 di oggi. Come per le occasioni precedenti, i cittadini allontanati per precauzione dalle case potranno recarsi negli alberghi individuati dal Comune per ciascun nucleo familiare o presso parenti o amici. Gli abitanti di Casamicciola che dovranno allontanarsi dalle abitazioni sono circa 500.

È stato anche organizzato un servizio navetta da piazza Marin ed è disponibile un numero verde (lo 800850114) per ottenere ulteriori informazioni.

Inoltre, gli abitanti delle zone a basso rischio dovranno invece rimuovere i veicoli in sosta in strade o piazze ed evitare di utilizzare scantinati o locali seminterrati.

L'allerta meteo

Mareggiate, venti forti, e temporali. Tempo inclemente e rischio idrogeologico in arrivo per Napoli e provincia oltre che per l'intera Campania: la Protezione civile regionale ha emanato infatti un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica di colore "giallo", questo valido a partire dalla mezzanotte e per l'intera giornata di lunedì 9 gennaio. L'avviso riguarda l'intero territorio regionale, comprese le isole del golfo di Napoli.

Si prevedono temporali anche intensi, venti forti sud-occidentali con rinforzi e possibili raffiche (tendenti poi a disporsi da Nord-Ovest a partire dal pomeriggio di domani), mare agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte. "Attenzione va posta al rischio idrogeologico", spiega la Protezione civile. Sono infatti possibili fenomeni come "ruscellamenti superficiali con trasporto di materiale; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc); caduta massi in più punti del territorio ed occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casamicciola, nuova evacuazione per allerta meteo: in 500 lasciano le loro case

NapoliToday è in caricamento