Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Rischio Vesuvio: bocciata l'evacuazione fuori regione

Avanzata un'altra ipotesi in Consiglio Regionale. C'è la possibilità che gli sfollati rimangano in Campania

Nessuna migrazione in massa in altre regioni italiane in caso di rischio di eruzione del Vesuvio, ma un'accoglienza nei diversi comuni della Campania. Un diverso approccio al problema, dunque, ed una soluzione diversa da quella sempre prospettata. Lo spiraglio arriva dalla VII Commissione del Consiglio regionale che ha approvato un ordine del giorno che impegna la Giunta regionale su questo tema.

La decisione

Il Consiglio si impegna a prevedere che i «gemellaggi» dei Comuni chiamati ad ospitare gli abitanti sfollati «avvengano all'interno del territorio regionale al fine di ridurre i centri decisionali per la gestione del rischio, limitare i fenomeni di spopolamento di diverse aree del territorio regionale e favorire attraverso le intese con i territori interessati, processi sinergici di crescita economica, culturale e sociale che mitighino, nel contempo, il rischio vulcanico». Si tratta di una problematica che riguarda un milione e 200mila persone tra l'area vesuviana e quella flegrea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio Vesuvio: bocciata l'evacuazione fuori regione

NapoliToday è in caricamento