Sabato, 16 Ottobre 2021

Eutanasia, Marco Cappato a Napoli: "Raccolte 800mila firme"

Il presidente dell'associazione Luca Coscioni è promotore del referendum: "Quella illegale già esiste, noi vogliamo renderla legale"

Sono 800mila le firme raccolte, 300mila in più del necessario, per chiedere il referendum sull'eutanasia legale. "E' una battaglia di civiltà" ripete da tempo Marco Cappato, tesoriere dell'associazione Luca Coscioni, a Napoli per promuovere la petizione e per partecipare al convegno "Liberi fino alla fine: riflessioni in tema di eutanasia legale", organizzato dalla Camera Penale di Napoli.  

"La società è già molto più avanti di chi dovrebbe governarla - afferma - ma questo successe anche con il divorzio e l'aborto. Nonostante nessun leader politico ne parli, noi abbiamo già raccolto 800mila firme per un referendum che, in caso passasse, permetterà ai cittadini di decidere se sottoporsi a inutili sofferenze oppure poter scegliere una morte dignitosa. La legge che regolamenta questo tema è del 1930, quando il regime riteneva che la vita fosse dello Stato. Noi, oggi, riteniamo che sia del singolo individuo. Non è un obbligo di scelta, ma solo la libertà di poter scegliere l'eutanasia qualora lo si volesse. Lo hanno capito anche i tanti cattolici che stanno firmando. In Italia esistono già pratiche illegali, noi vogliamo renderla legale e controllata". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Eutanasia, Marco Cappato a Napoli: "Raccolte 800mila firme"

NapoliToday è in caricamento