menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedali giudiziari: consiglio d'Europa denuncia condizioni di Aversa

Legati al letto seminudi, 24 ore su 24 anche per dieci giorni, senza potersi muovere sono queste le condizioni in cui sono stati trovati alcuni detenuti nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa dal Cpt del Consiglio d'Europa

Dopo la visita effettuata all'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa, tra il 16 e il 26 settembre del 2008, dal Comitato per la prevenzione della tortura (Cpt) del Consiglio d'Europa, la situazione aversana è ormai sotto la lente di Strasburgo. E la situazione è agghiacciante: detenuti legati al letto seminudi, 24 ore su 24 anche per dieci giorni, sdraiati su un materasso con un foro al centro sotto al quale c'è un secchio in cui finiscono gli escrementi.


Così la commissione in visita ha trovato alcuni detenuti dell'Opg. Una situazione, quella di Aversa, definita "incredibile" da Marc Neve, componente del Comitato, e indicata come la più grave nel documento pubblicato oggi dopo il consenso giunto dal governo italiano. Nelle 84 pagine del rapporto vengono denunciati anche diversi casi di maltrattamenti subiti al momento dell'arresto, subito dopo il fermo e in carcere di cui il Cpt ha trovato prove tangibili. Il Comitato esprime inoltre "grande preoccupazione" per la mancanza di tutele per chi venga fermato dalle forze dell'ordine, oltre che per la violenza tra detenuti riscontrata sia nel carcere di Brescia che in quello di Cagliari.


L'Opg di Aversa ospita attualmente 306 internati (età media compresa tra 45 ed i 50 anni), di cui una ottantina che hanno scontato la misura e che non sono più pericolosi e che quindi, dopo il via libera da parte delle competenti autorità giudiziarie, potrebbero essere accolti anche in strutture sanitarie esterne. Novantaquattro gli agenti di custodia impegnati prevalentemente nei servizi di vigilanza: un organico che, considerato il numero degli internati, dovrebbe essere aumentato.


Diverso il parere di Carlotta Giaquinto, direttore dell'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa "Filippo Saporito" su quanto afferma la commissione: "Internati legati al letto? Per carità, qui non accade. Rispettiamo i protocolli previsti. E' vero, invece, che l'ospedale è ospitato in un edificio storico e questo può creare qualche disagio. Al momento - prosegue la direttrice - abbiamo in ristrutturazione due padiglioni". Giaquinto assicura che i letti di contenzione non ci sono più dal primo gennaio 2009.


L'Opg di Aversa è ospitato in un vecchio convento del 1800 ed occupa una vasta area che si estende nel centro antico della cittadina normanna. Recentemente l'attiguo convento Castello di Ruggiero II è stato ristrutturato ed è diventato sede della nuova Scuola di Formazione e Aggiornamento dell'Amministrazione Penitenziaria.

Intanto, Antigone Campania chiede la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento