Ricatti ed estorsioni con la minaccia di divulgare un video hard

In manette due persone: si erano fatti consegnare 800 euro da un uomo di 40 anni minacciando di divulgare un video che lo ritraeva in atteggiamenti compromettenti di natura omosessuale

Carabinieri

I carabinieri di Nola, al termine di indagini coordinate dalla locale Procura, hanno condotto agli arresti domiciliari due persone con l'accusa di estorsione e tentata estorsione: i due, un 21enne e un 37enne, si sono fatti consegnare 800 euro da un uomo di 40 anni minacciando di divulgare un video che lo ritraeva in atteggiamenti compromettenti di natura omosessuale.

Per evitare la pubblicazione del video, la vittima 40enne ha pagato, la prima volta, la somma richiesta. Quando i tentativi di estorsione si sono ripetuti ha deciso invece di denunciare il fatto ai carabinieri che hanno iniziato le indagini.

Uno dei due estorsori aveva approcciato la vittima tempo prima e con lui si era intrattenuto in rapporti sessuali. Poi, ha messo in atto il piano: ha rivelato particolari piccanti al complice che li ha riferiti all'uomo nel corso di una telefonata anonima, facendogli credere di essere in possesso di un video hard che, però, gli investigatori non hanno mai trovato.

Gli agenti hanno intercettato la telefonata per poi fermare i due complici, che tenevano sott'occhio da un po', subito dopo la richiesta estorsiva. Durante le indagini è stato scoperto che la coppia di estorsori, usando sempre la stessa tecnica, cioè minacciando di divulgare video hard rivelatori della natura sessuale delle vittime avevano tentato altre estorsioni nei confronti di altre persone preventivamente individuate.
(ANSA)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento