Estorsione a una pescheria: due arresti

Sono accusati di aver estorto soldi a un commerciante di Brusciano utilizzando il metodo mafioso

Tra dicembre 2018 e aprile 2019, avevano chiesto reiteratamente denaro ai titolari di una pescheria di Brusciano, in provincia di Napoli: due arresti per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. I carabinieri della sezione operativa di Castello di Cisterna hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa il 15 maggio da parte del Gip partenopeo su richiesta della locale Dda, nei confronti di un due persone già note alle forze dell'ordine. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un 29enne che era sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, che è stato rinchiuso in carcere, e un 42enne, già detenuto per altra causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento