rotate-mobile
Cronaca

Chiede tangenti a imprenditore per conto dei propri figli detenuti

Estorsione per poter continuare a svolgere l'attività commerciale

Una persona è gravemente indiziata del reato di estorsione continuata, aggravata dal metodo mafioso.Avrebbe costretto, con reiterate minacce, un imprenditore locale al pagamento di tangenti al fine di poter continuare a svolgere la sua attività commerciale, dichiarando alla vittima di raccogliere denaro per conto dei propri figli detenuti e quindi evocando la forza di intimidazione del sodalizio criminale cui gli stessi sarebbero appartenuti.

Il provvedimento (custodia cautelare ai suoi danni eseguita dai carabinieri di Torre Annunziata) eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e la destinataria della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede tangenti a imprenditore per conto dei propri figli detenuti

NapoliToday è in caricamento