menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata estorsione ad un commerciante, in manette ras dei Falanga

Ha provato ad estorcere soldi ad un commerciante di Torre del Greco dicendo di essere un emissario del clan

Si è presentato per l'ennesima volta al cospetto del commerciante quasi in tono amichevole. Quanto può essere amichevole un estorsore di un clan camorristico che si fa trovare in negozio e si rivolge alla vittima dicendo: «Non ti sto facendo un'estorsione, ti sto facendo un piacere». Con queste parole Davide Visciano ha provato ad estorcere denaro ad un commerciante di Torre del Greco. Il 44enne è finito in manette con l'accusa di tentata estorsione aggravata dall'utilizzo del metodo mafioso. A stringergli le manette ai polsi sono stati gli agenti del commissariato oplontino, diretto dal dottor Davide Della Cioppa, che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ottenuta dalla Dda di Napoli.

Secondo gli investigatori, Visciano è legato al clan Falanga di Torre del Greco e utilizzando il nome della cosca, in gran parte ormai sgominata, avrebbe provato ad estorcere denaro al negoziante per l'ennesima volta. Un tentativo che stavolta è valso il carcere visto che il commerciante ha deciso di denunciarlo. Il 44enne negli ambienti criminali è soprannominato “bora-bora” e al commerciante ha detto di essere una persona delle “palazzine” che chi è della città sa essere le palazzine di Sant'Antonio, roccaforte del clan meno attivo rispetto al passato negli ultimi anni. Il malvivente è stato trasferito nel carcere di Secondigliano e verrà sottoposto all'interrogatorio di garanzia nelle prossime ore.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento