Estorsione col "cavallo di ritorno": tre arresti a Secondigliano

In manette padre e figlio di 43 e 20 anni, entrambi pregiudicati, e un altro uomo di 37 anni. Estorcevano denaro con la cosiddetta tecnica del “cavallo di ritorno”

Estorsione

Padre e figlio di 43 e 20 anni, entrambi pregiudicati e un altro uomo di 37 anni, sono stati arrestati dagli agenti della sezione “Antirapina” della Squadra Mobile, con l'accusa di estorsione.

I tre, che estorcevano denaro con la cosiddetta tecnica del “cavallo di ritorno”, sono stati bloccati ed arrestati dalla Polizia, in Via Valerio Verbano, dopo aver intascato la somma di 800 euro.

L'ESTORSIONE: alla vigilia di Capodanno, il proprietario di moto rubata in un parco condominiale in Via Nicolardi viene contattato e avvisato che può rivolgersi ad un carrozziere, in zona Mugnano di Napoli, per ritrovare il veicolo. La vittima entra così in contatto con uno degli estorsori arrestati (il 37enne), che s’impegna, dietro il pagamento di 1000 euro, a ritrovare la moto rubata.

Dopo una breve trattativa, la cifra concordata è di 800 euro che la vittima consegna ad un carrozziere nella sua officina. Tutta la trattativa è stata però seguita a distanza dai poliziotti, che hanno fotocopiato tutte le banconote. L'estorsore è stato così incastrato non appena ha intascato i soldi. 

Al carrozziere, spiegano le forze dell'ordine, sarebbe andato circa il 20% del bottino, visto che la moto era nella disponibilità di un ricettatore. Gli agenti, raggiunto il luogo dove doveva avvenire la consegna del veicolo, hanno fermato e arrestato anche gli altri due delinquenti, padre e figlio, che erano a bordo della moto rubata e che stavano per incassare la propria parte del denaro estorto al proprietario del veicolo. 

I due hanno provato a scappare e dileguarsi all’interno di un supermercato, ma la fuga è stata vana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Addosso al 43enne i poliziotti hanno trovato la somma di 1040 euro e due telefoni cellulari, di cui uno mancante di sim, mentre indosso al figlio è stata trovata la somma di 650 euro, le chiavi della moto ed un I–Phone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

  • Crollo a Pianura, operai sepolti sotto le macerie: due morti

  • "Questo assegno è coperto?": ma l'operatore di banca non sa che parla con il truffatore

Torna su
NapoliToday è in caricamento