menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mare per 200 bambini, possibili disagi per "Estate ragazzi"

Un progetto di cultura civica e solidarietà: portare i giovani che non possono permettersi le vacanze al mare. 200 in totale tra cui disabili ed immigrati. Non mancano possibili disagi sia per le strutture che per la salute

200 bambini, tra cui immigrati e disabili, divisi in quattro squadre da 50 nell'ambito del progetto "Estate ragazzi" volto a regalare un pò di vacanza anche ai giovani rimasti in città durante "a staggion".

Un programma onorevole sia per dar respiro alle famiglie sia per il senso civico. "I bambini potranno trascorrere una settimana di vacanza lungo un percorso sociale ed educativo" - ha detto il sindaco Iervolino - "I piccoli imparano anche a state insieme, socializzano e ci si sente un po' come in famiglia".
Fino a qui nulla da eccepire anzi a ribadire l'ottimo intento dell'amministrazione locale: "Il tempo che i bambini trascorrono al centro - ha spiegato Giulio Riccio, assessore comunale alle Politiche sociali - si articola in due percorsi: uno di crescita, l'altro di vacanza".

I bambini vengono portati ogni mattina ad Ischitella, in un centro appena finito di ristrutturare, le strutture precedenti erano pericolanti ma: "Per qualunque tipo di esigenza, anche comprare e sostituire una lampadina che si fulmina - ha affermato Lia Colucci, responsabile del centro - dobbiamo chiedere aiuto alle associazioni che ci seguono. Servirebbe un fondo annuale per la manutenzione, anche piccolo, ma sarebbe un aiuto".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento