rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Esplosione in un palazzo di Roma: morto un 50enne napoletano

Si tratta di un operaio di Afragola. A causarne il decesso, da quanto si apprende, sarebbe stato il fumo che ha invaso la sua abitazione. Molti feriti, decine le persone soccorse

Un morto e tredici feriti: ecco il bilancio di un'esplosione avvenuta alle 3 di questa notte in via Vito Giuseppe Galati 42, nel quartiere di Colli Aniene a Roma. A perdere la vita un uomo di 50 anni, abitante al secondo piano. Si tratta di un operaio di Afragola. A causarne il decesso sarebbe stato il fumo che ha invaso la sua abitazione. Il cadavere dell'uomo è stato trovato dietro la porta. La vittima, probabilmente, è rimasto bloccato mentre cercava una via di fuga. Sempre l'intossicazione da fumo sarebbe alla base di almeno 10 dei tredici feriti, trasportati in vari ospedali della Capitale.

LA FUGA - Molti dei residenti per fuggire al fumo e alle fiamme si sarebbero lanciati dai balconi e dalle finestre. A causare lo scoppio, da una prima ricostruzione, potrebbe essere stata una fuga di gas originatasi da una bombola di gas posta in un appartamento posto al primo piano del palazzo. Secondo quanto riferiscono fonti di Polizia potrebbe trattarsi di un episodio doloso. Nell'appartamento sarebbe da poco avvenuto uno sfratto e il gas era sigillato.

UN BIGLIETTO DI MINACCE - "Questa casa non ve la farò godere perché siete ladri, ladri". Così si leggerebbe in un biglietto trovato nei pressi della palazzina dove si è avuta l'esplosione. Lo scritto, che era su una auto parcheggiata di fronte all'edificio - secondo quanto si è appreso - è stato messo all'attenzione degli investigatori della polizia.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione in un palazzo di Roma: morto un 50enne napoletano

NapoliToday è in caricamento