rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
La sentenza / Avvocata / Via Fontanelle

“Strage delle Fontanelle”: cinque ergastoli ai “barbudos”

Confermate le condanne di primo grado per Antonio Genidoni, Vincenza Esposito, Addolorata Spina, Emanuele Salvatore Esposito e Alessandro Daniello

Due morti e tre feriti sono valsi la condanna all'ergastolo anche in appello ai membri del gruppo dei “barbudos”, autori della cosiddetta “strage delle Fontanelle”. Cinque gli ergastoli confermati dalla Corte d'assise d'appello, presieduta da Alfonso Barbarano e con a latere il giudice Davide Di Stasio. Condannati in secondo grado Antonio Genidoni, ritenuto a capo del gruppo, Vincenza Esposito, Addolorata Spina, Emanuele Salvatore Esposito e Alessandro Daniello. 

Per tutti è stato deciso il massimo della pena a conferma della sentenza emessa il 4 giugno 2020. I fatti per cui si è giudicato risalgono al 22 aprile 2016. I “barbudos” organizzarono una spedizione di morte rivolta ai rivali del gruppo Vastarella. Il luogo dell'attacco fu il circolo Maria Santissima dell'Arco di via Fontanelle. Rimasero a terra sotto i colpi dei killer Giuseppe Vastarella e il cognato Salvatore Vigna. Entrambi morirono sul colpo. Rimasero feriti, invece, Dario Vastarella e Antonio Vastarella e Alfredo Ciotola. 

Una vera e propria strage che prese il nome dal luogo del delitto nel cuore della Sanità. Proprio per contendersi il quartiere i due gruppi si fronteggiarono provocando altre morti. È il caso delle uccisioni di Pierino Esposito e di suo figlio Ciro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Strage delle Fontanelle”: cinque ergastoli ai “barbudos”

NapoliToday è in caricamento