Ercolano, la fiaccolata per ottenere "verità" sulla morte del piccolo Cristian, tre anni

Il piccolo era stato dimesso dal Santobono il 28 dicembre, perché non c'era necessità di ricovero secondo i medici. Il 29 mattina è tornato in condizioni già compromesse. Il paese si è stretto intorno ai genitori

(foto da facebook)

Lunga e partecipata fiaccolata ieri nel centro di Ercolano, il paese vesuviano dove il piccolo Cristian, 3 anni, morto due giorni fa al Santobono di Napoli, era in vacanza con la famiglia. Al centro delle indagini della Procura la dimissione autorizzata dai sanitari il giorno precedente, il 28 dicembre, confermata dalla direzione del Santobono Pausilipon. L'avvocato di NoiConsumatori Angelo Pisani ha attaccato il sistema "sanitario pediatrico", dando solidarietà ai medici in trincea. "Non c'è un vero colpevole ma l'intero sistema è al collasso", ha spiegato. 

Ieri il paese si è stretto intorno ai genitori di Cristian, originari di Ercolano ma da anni emigrati in provincia di Brescia. Presente anche il sindaco del comune vesuviano, Ciro Buonajuto. Una tragedia inspiegabile per tutti, ma una verità richiesta a gran voce. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento