Ercolano, esplodono due bombe nella notte. Danneggiata un'attività

L'esplosione di due bombe carta ha causato danni a materiali stipati nel piazzale che precede l'ingresso a un negozio di bibite. I gestori escludono possa trattarsi di una richiesta estorsiva

(foto di repertorio)

Durante la notte due bombe carta sono esplose nel piazzale antistante una rivendita all'ingrosso di bibite, in via Benedetto Cozzolino a Ercolano. A riportare la notizia è il Roma. L'attività è di proprietà di un 34enne, attualmente agli arresti domiciliari, e di suo padre. Sul posto i carabinieri della tenenza di Ercolano, che hanno avviato le indagini. L'esplosione avrebbe causato danni a materiali stipati nel piazzale. I gestori dell'attività escludono, al momento, possa trattarsi di una richiesta estorsiva. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento