rotate-mobile
Cronaca

Terremoto Equitalia, inchiesta per corruzione: blitz anche negli uffici di Napoli

Gli indagati sono sospettati di avere garantito vantaggi finanziari a imprenditori e professionisti, accogliendo istanze di rateizzazione di cartelle esattoriali anche in assenza dei requisiti

Sono 5 gli indagati nell'inchiesta della Guardia di Finanza su Equitalia che ha portato gli uomini delle Fiamme Gialle ad effettuare complessivamente 29 perquisizioni, a Roma, Latina, Genova, Napoli e Venezia, tre acquisizioni documentali negli uffici di Equitalia, dell'Inps e presso i domicili degli indagati.

Tra destinatari del provvedimento di perquisizione anche l'ex Direttore Regionale Equitalia del Lazio e l'attuale Direttore Regionale Liguria. Secondo le indagini, gli indagati avrebbero garantito vantaggi finanziari a imprenditori e professionisti, accogliendo istanze di rateizzazione di cartelle esattoriali anche in assenza dei requisiti.

Ma non solo: inquirenti e investigatori ritengono che i cinque avrebbero anche interferito nelle procedure di versamento dei contributi previdenziali alterando così sia la correttezza dei dati relativi ai pagamenti, sia la loro visibilità, con l'obiettivo di ottenere la rinuncia, da parte dell'ente di riscossione, ad adottare procedure di esecuzione immobiliare. (Ansa) 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Equitalia, inchiesta per corruzione: blitz anche negli uffici di Napoli

NapoliToday è in caricamento