menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sos rifiuti senza fine, nuova emergenza in città. Pasqua a rischio

Sarebbero 1600 le tonnellate di rifiuti in giacenza nelle strade. L'assessore Giacomelli: "L'imminente arrivo di temperature più elevate potrebbe determinare effetti sul profilo igienico-sanitario"

Si accettano scommesse dato che in materia di rifiuti è di nuovo crisi aperta. E l'apice potrebbe essere a Pasqua. "Durante la scorsa settimana non siamo riusciti a conferire la quantità di rifiuti che la città produce quotidianamente", ha fatto sapere all’Ansa l'assessore all'Igiene del Comune di Napoli Paolo Giacomelli.

"I cumuli crescono e l'imminente arrivo di temperature più elevate potrebbero determinare effetti sul profilo igienico-sanitario e causare disagi ancora più gravi ai cittadini". Nella giornata di eri sono state conferite 832 tonnellate così suddivise: 402 nello Stir di Giugliano in Campania, 223 nell’impianto di Caivano - che ha riaperto solo per la giornata di ieri e oggi risulta nuovamente chiuso - e 49 tonnellate nello Stir di Tufino. Quanto alla discarica di Chiaiano, sono state conferite 158 tonnellate.


Ma la situazione resta preoccupante: agli angoli delle strade e lungo le arterie principali, si assiste impotenti ai cumuli di immondizia. Con la riapertura di Chiaiano - sottolinea l'ufficio flussi della Regione - si dovrebbe comunque completare quel lento recupero delle giacenze non smaltite con il ritorno alla normalità.

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Nuova emergenza rifiuti: turismo a rischio crisi con l'avvicinarsi della Pasqua?



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento