Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Periferie sommerse dai rifiuti. Asia: "Ci vorranno giorni per rimuovere tutto"

Situazioni critiche a Ponticelli e Pianura, le Municipalità: "Noi penalizzati per salvare il centro di Napoli". L'azienda si difende: "E' colpa del rallentamento degli stir"

 

Il nuovo anno non ha portato un miglioramento della situazione rifiuti. Per strada ci sono ancora tonnellate di immondizia, soprattutto nelle zone periferiche. Ponticelli e Pianura sembrano le zone più in difficoltà nelle ultime ore. La situazione non cambierà a breve e a confermarlo è Maria De Marco, presidente da circa un mese dell'Asia, l'azienda partecipata del Comune di Napoli che si occupa della raccolta della spazzatura: "Stiamo soffrendo per il rallentamento degli stir, i nostri camion sono in coda fuori agli impianti, come quelli degli altri. Purtroppo, i giorni di festa e i weekend hanno ridotto i turni di conferimento. Non posso dire quanto ci vorrà per tornare alla normalità, ma se riusciremo ad avare 4-5 giorni lavorativi di seguito potremo cambiare la situazione". 

Con il fine settimana alle porte e con l'Epifania che cade di lunedì, è probabile che per vedere ridotte le giacenze in strada bisognerà superare la prima decade di gennaio. Intanto, dai territori chiedono risposte immediate: "Abbiamo in strada ancora i rifiuti di Natale - afferma Tommaso Nugnes, assessore all'Ambiente della IX Municipalità (Pianura, Soccavo) - Inoltre, gli incendi hanno reso ancora più complicata la rimozione ed è stata chiusa l'isola ecologica. Pianura è un territorio abbandonato dall'amministrazione centrale, ogni volta che c'è un rallentamento degli stir è il primo quartiere a soffrire". 

Anche la zona orientale non se la passa bene: "Qualcosa è stato fatto - spiega Antonio Di Costanzo, consigliere della VI Municipalità (Ponticelli, Barra, S. Giovanni) - ma il grosso dei rifiuti è ancora in strada. Non solo Ponticelli, anche Barra è in difficoltà. Mi infastidisce che alcuni politici si sono allarmati perché al Vomero c'è qualche sacchetto in più. Purtroppo, a Napoli Est questa è la quotidianità". 

Per l'Asia non esiste alcun atteggiamento discriminatorio nei confronti delle periferie: "Io vengo dall'area Nord - specifica Maria De Marco, la presidente dell'Asia - e sotto la mia guida i quartieri periferici avranno sempre la stessa attenzione del resto. Se a soffrire sono Ponticelli e Pianura è solo perché hanno rallentato proprio gli stir dove venivano conferiti i rifiuti di questi due quartieri. Eravamo riusciuti anche ad avere un aumento del quantitativo da poter smaltire, ma la buona notizia si è infranta di fronte alle difficoltà di queste settimane". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento