menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La citta è stanca dell'emergenza rifiuti: situazione sempre più critica

Numerosi incendi appiccati in particolare nelle zone periferiche. L'assessore all'Igiene Giacomelli: "Sono molto preoccupato". A Pozzuoli si contano 1.200 tonnellate di rifiuti. Scene analoghe a Quarto e Bacoli

Situazione stazionaria sul fronte rifiuti: in strada ci sono più di 1.900 tonnellate e numerosi sono gli incendi appiccati in particolare nelle zone periferiche della città. "Sono molto preoccupato - dice l'assessore all'Igiene del Comune di Napoli Paolo Giacomelli - perché gli incendi determinano rischi per la salute dei cittadini a causa dell'immissione nell'aria di diossina".

Situazioni critiche si registrano a Pianura e nella zona di Agnano dove ieri si è reso necessario un intervento straordinario dell'Asia con l'ausilio dei "bobcat" dopo le proteste della mattinata. A Pozzuoli si contano ben 1.200 tonnellate di rifiuti. Situazioni analoghe a Quarto con circa 700 tonnellate nella periferia nord. A Bacoli, infine, ci sono circa 600 tonnellate di spazzatura da raccogliere.


"Credo che con il crescere delle temperature, nei prossimi giorni - aggiunge Giacomelli - si debba assolutamente trovare una soluzione per ridurre la quantità dei rifiuti ancora presenti in strada". L'assessore chiede alle autorità responsabili "indicazioni per aumentare le quantità di conferimento giornaliere e recuperare, così, il pregresso. Ho dato indicazioni ad Asia per avviare un impegno straordinario nelle aree periferiche particolarmente colpite, come Pianura e Ponticelli". (fonte Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento