rotate-mobile
Cronaca

Emergenza caldo, Napoli tra le città con il maggior aumento di morti

La mortalità stagionale è cresciuta del 10 per cento a causa delle temperature di luglio

Eccesso di mortalità dovuto al caldo di luglio. Secondo un report del Ministero della Salute, le temperature del mese appena trascorso hanno causato, solo a Napoli, un aumento della mortalit stagionale del 10 per cento. Il capoluogo partenopeo risulta tra le città più interessate dall'incremento, anche se si attesta a cifre molto più basse di altri capoluoghi. La media del Sud Italia è del +7 per cento, con picchi 50 per cento a Bari e del 42 a Taranto. Un valore che al Centro Sud risulta superiore all’atteso ed evidente soprattutto nella fascia di età 75-84 e over 85, mentre al Nord è in linea o inferiore alle aspettative. Sono alcuni dei dati relativi al periodo 1-28 luglio, contenuti nel rapporto sul 'Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore' del Ministero della Salute, nell'aggiornamento al 28 luglio.

In particolare, Oltre Bari, Taranto e Napoli, "incrementi statisticamente significativi si sono registrati anche a Reggio Calabria e Catania (+34 per cento)". Di contro, "...al Nord è da segnalare in diverse città una mortalità inferiore all’atteso (-14 per cento nel complesso delle città del Nord)". Il ministero sottolinea nel Report come "...l'impatto contenuto dell'ondata di calore evidenzia che il potenziamento dell'assistenza sanitaria, gli interventi di adattamento previsti dal Piano nazionale e messi in atto a livello locale, oltre ai comportamenti individuali per ridurre i rischi, sono in grado di proteggere la popolazione riducendo l'impatto sulla salute". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza caldo, Napoli tra le città con il maggior aumento di morti

NapoliToday è in caricamento