Minori e alcol, il Comune di Napoli pronto a nuove azioni di contrasto

Nella riunione della Commisione Scuola il problema della diffusione delle bevande alcoliche tra i minorenni in città

Le problematiche relative al fenomeno della diffusione delle bevande alcoliche tra i minorenni in città sono state al centro dell'ultima riunione della Commissione Scuola del Comune di Napoli, presieduta da Luigi Felaco. Nel corso della riunione, a cui ha preso parte anche l’assessora comunale ai Giovani Alessandra Clemente, sono emersi molti spunti di riflessione sulle possibili azioni di contrasto da mettere in atto.

"I recenti fatti di cronaca che hanno fatto tornare alla ribalta la questione della diffusione dell’alcol tra i minorenni, impongono una riflessione sugli interventi educativi da mettere in campo per contrastare il fenomeno e prevenirne una diffusione ancora maggiore. Non solo l’aspetto repressivo, quindi, da realizzare attraverso maggiori e più efficaci controlli ai gestori di locali che violano la normativa in materia, ma quello formativo, con campagne di prevenzione nelle scuole che informino in modo dettagliato sui rischi di un avvicinamento precoce alle bevande alcoliche", ha affermato il presidente Felaco.

"Il fenomeno della movida, nel quale si inserisce questa emergenza - ha osservato l’assessora Clemente - è al centro dell’attenzione dell’Amministrazione comunale di Napoli già da tempo, sotto molti aspetti. Alla luce di quanto accaduto, va intensificata sicuramente l’attività di verifica per garantire il divertimento in sicurezza, sia attraverso controlli negli spazi aperti sia in quelli interni ai locali. A questo si collega poi l’aspetto dell’ambulantato e dell’abusivismo, che allargano la possibilità di procurarsi le bevande che, secondo le norme, non sarebbe possibile né vendere né somministrare ad un minore. Da non trascurare, ancora, l’aspetto della pessima qualità delle bevande somministrate, che aggravano le conseguenze dell’assunzione. Per questo saranno intensificati i controlli a cura della Polizia locale, che in questa attività vede impegnata come partner la Asl. Contemporaneamente, si lavorerà, nell’ambito del progetto già attivo denominato 'La scuola e la città', giunto alla terza edizione, sul versante informativo e formativo rivolto ad alunni e studenti delle scuole cittadine per approfondire tematiche che li vedono coinvolti da vicino".

La consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Marta Matano ha, inoltre, proposto di verificare se sia possibile applicare un inasprimento delle sanzioni amministrative per gli esercenti che in più occasioni siano sorpresi a vendere alcol ai minori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento