Cronaca

Capri, stop ai black out: un elettrodotto la collegherà a Torre Annunziata

Trenta chilometri di elettrodotto sottomarino collegheranno l'isola azzurra a Torre Annunziata. La costruzione dell'impianto partirà il 7 giugno

Capri

Un elettrodotto sottomarino ad alta tensione unirà Capri con Torre Annunziata: la prima pietra dell'opera, che ha il marchio di Terna, verrà posta il 7 giugno prossimo, alla presenza dell'ad di Terna Flavio Cattaneo e del sindaco di Capri Ciro Lembo. Il collegamento è stato autorizzato a novembre 2012, dopo un iter iniziato nel 2007 che ha coinvolto Terna e le amministrazione locali nella condivisione del progetto.

L'intervento prevede la realizzazione di un elettrodotto in cavo sottomarino a 150 kV in corrente alternata della lunghezza complessiva di circa 30 km, e di una nuova stazione elettrica a Capri nell'isola ecologica di Gasto, utile a collegare il cavo proveniente da Torre Annunziata centro con la rete di distribuzione locale.

Si tratta di un'opera che si è resa necessaria soprattutto per l'assenza di un collegamento diretto con la rete continentale, circostanza che aumenta - soprattutto nel periodo estivo - il rischio di black out. L'opera - assicura Terna - garantirà maggiore sicurezza, continuità e qualità del servizio elettrico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capri, stop ai black out: un elettrodotto la collegherà a Torre Annunziata

NapoliToday è in caricamento