menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eav, scoperti due furbetti: un assenteista e un ladro di carburante dai mezzi

A denunciarli alla polizia è stata l'azienda stessa

Un prelievo illecito di carburante da un pullman e un dipendente "furbetto del cartellino". È quanto emerso dalle indagini della polizia scattate a seguito di una denuncia dell'Eav, holding dei trasporti della Regione Campania, presentata dopo la segnalazione di furti di benzina nel deposito gomma di Agnano a giugno 2020. A dare notizia dei risultati delle indagini è il presidente di Eav, Umberto De Gregorio, che parla di "quadro inquietante", ricordando che "i circa 3mila dipendenti di Eav e i lavoratori dell'indotto sono per la stragrande maggioranza persone serie e perbene. Purtroppo - aggiunge - qualche pecora nera resta, nonostante il momento di grave crisi economica e sociale che dovrebbe portare alla consapevolezza che chi ha un posto di lavoro sicuro deve tenerselo stretto". Dalle indagini è emerso quindi che "un dipendente della ditta esterna che si occupa di manutenzione dei nostri autobus, sistematicamente faceva il pieno della sua auto privata ovvero dell'autovettura della stessa ditta, prelevando illecitamente carburante dai pullman in sosta per manutenzione all'interno dell'officina. Nel contesto delle indagini - prosegue De Gregorio - è emersa altresì una condotta illecita posta in essere da un nostro dipendente, che ogni mattina si faceva marcare il proprio cartellino marcatempo da un dipendente della ditta di pulizie esterna, attestando così in maniera fraudolenta la propria presenza sul posto di lavoro".

De Gregorio fa sapere che i provvedimenti presi nei confronti delle tre persone coinvolte sono gli arresti domiciliari per il dipendente della ditta esterna che rubava carburante e l'obbligo della firma in Commissariato per il dipendente Eav e per il dipendente dell'impresa di pulizia. "La buona riuscita dell'operazione, seguita con professionalità e riservatezza, si è resa possibile grazie ad un grande lavoro di squadra dei dipendenti di Eav che hanno lavorato a fianco delle forze dell'ordine, a cui va il nostro ringraziamento, senza risparmiarsi e fornendo ogni utile supporto. Siamo sempre per dare il massimo ai lavoratori. Ma se il quadro inquietante evidenziato fosse confermato, saremo rigorosi sino in fondo, come già fatto in altre occasioni. Abbiamo assunto 450 giovani negli ultimi mesi e tantissimi sono in attesa. Il lavoro è un bene prezioso, per tanti un sogno. Va tutelata la dignità dei lavoratori di Eav. Per chi non la merita, la dignità del lavoro, nessuna pietà", conclude De Gregorio.

Gli agenti del Commissariato Bagnoli hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa lo scorso 26 febbraio dal gip del Tribunale di Napoli, con la quale sono stati disposti gli arresti domiciliari nei confronti di S.N., 45enne di Monte di Procida, gravemente indiziato di furto aggravato, e l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di V.G., 55enne di Giugliano in Campania, e di F.R., 63enne di Napoli, con precedenti di polizia, gravemente indiziati di truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento