rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Duccio Giordano, in fiamme l'auto del giornalista. "Atto intimidatorio"

Irruzione anche nella sua casa da parte di ignoti. Nella prima puntata della trasmissione "Panni Sporchi" ha ospitato vari magistrati impegnati nella lotta alla criminalità organizzata

Atto intimidatorio nei confronti del giornalista dell'emittente televisiva Canale 8 Duccio Giordano. Il cronista, autore della trasmissione 'Panni sporchi' nel corso della quale recentemente si è occupato della vita sotto scorta dei magistrati napoletani in prima linea nella lotta alla camorra, ha subito l'incendio doloso della sua auto, una Opel Agila, e l'irruzione da parte di ignoti nella sua casa di Durazzano, ai confini tra il Casertano e la provincia di Benevento.

I due episodi sarebbero da collegare all'attività giornalistica di Giordano che nella prima puntata della sua trasmissione ha ospitato vari magistrati di punta della procura partenopea, da Federico Cafiero de Raho a Catello Maresca ed altri ancora, tutti impegnati in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata. "Tempo fa - dice il cronista - avevo subito il furto di un gommone ma non avevo dato troppa importanza alla cosa. Ora questi altri due episodi a distanza di una settimana. Spero si tratti solo di una sfortunata coincidenza".


Solidarietà è giunta dall'Odg Campania. Il presidente dell'Ordine della Campania, Ottavio Lucarelli, ha infatti telefonato al giornalista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duccio Giordano, in fiamme l'auto del giornalista. "Atto intimidatorio"

NapoliToday è in caricamento