Cronaca

Droga dello stupro, la difesa di Di Maio: "Non sono uno spacciatore. E' per uso personale, mi sto disintossicando"

"Sto cercando di seguire un programma terapeutico che prevede di “scalare” riducendo mano a mano il consumo"

Ciro Di Maio, il conduttore tv, volto del canale Marcopolo e attore in alcune fiction, arrestato martedì a Milano per essersi fatto inviare un litro di Gbl (conosciuta anche come droga dello stupro) dall’Olanda, ha spiegato al Gip la propria posizione: "Ne sono dipendente da molti anni ormai e sto cercando di seguire un programma terapeutico che prevede di “scalare” riducendo mano a mano il consumo".

Trattamento terapeutico

L’avvocato di Di Maio, Nadia Savoca, ha presentato una documentazione medica che dimostra il trattamento terapeutico che sta seguendo il conduttore tv. "Il medico gli ha prescritto l’assunzione della sostanza in dosi minori, perché non si può interrompere di botto l’assunzione. Prescrive l’assunzione di 2 millilitri ogni 2 ore e comunque fino ad un massimo di 5 dosi giornaliere", chiarisce il legale. "Non c’è alcun elemento agli atti che provi lo spaccio, non sono stati trovati soldi o altro", spiega Savoca, che ha richiesto i domiciliari per il suo assistito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga dello stupro, la difesa di Di Maio: "Non sono uno spacciatore. E' per uso personale, mi sto disintossicando"

NapoliToday è in caricamento