rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Femminicidio Ornella Pinto, il Gip convalida il fermo del compagno

Per il 43enne è stata disposta la custodia cautelare in carcere

l Gip di Terni ha convalidato il fermo di Pinotto Iacomino, il 43enne napoletano accusato dell'omicidio della compagna Ornella Pinto, di 40 anni.

L'uomo si era presentato ai Carabinieri di Montegabbione nella mattinata di sabato, confessando di aver ucciso la donna poche ore prima a Napoli. Per il 43enne il Gip ha disposto la custodia cautelare in carcere.

La confessione davanti al magistrato

Si è presentato sabato mattina, intorno alle ore 07.00, bussando al portone del Comando della Stazione dei Carabinieri di Montegabbione, in provincia di Terni, Pinotto Iacomino, 43enne originario della provincia di Napoli.

L’uomo, evidentemente sconvolto, ha immediatamente dichiarato al Comandante della Stazione, che gli stava aprendo la porta per farlo accedere, di aver da poco ucciso la moglie Ornella Pinto.

Il Maresciallo, ottenuti i necessari rinforzi di personale, ha avviato la prima raccolta di informazioni, collaborato nella sua attività dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Terni e del Comando Compagnia di Orvieto immediatamente giunti sul posto.

Condotto nel pomeriggio di sabato davanti al Sostituto Procuratore di turno della Procura di Terni, Iacomino, alla presenza del proprio avvocato, ha rinnovato la confessione dando la propria versione dei fatti sulla quale - sotto il coordinamento diretto del Procuratore Capo della Repubblica di Terni, il Dr. Alberto Liguori - i Carabinieri della provincia di Terni e gli Agenti della Squadra Mobile di Napoli (che procedeva per l’uxoricidio) svolgeranno gli opportuni approfondimenti. Il 43enne, sottoposto dal PM a fermo, è stato quindi condotto preso il Carcere di Terni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio Ornella Pinto, il Gip convalida il fermo del compagno

NapoliToday è in caricamento