rotate-mobile
Cronaca Torre annunziata

Donna uccisa a Lecce: in manette l'ex di Torre Annunziata

Arrestato questa mattina a Otranto, Salvatore Carfora, il 39enne accusato di averla accoltellata

È stato appena arrestato l'aggressore di Sonia Di Maggio, la 29enne uccisa a Minervino di Lecce ieri sera. Si tratta di Salvatore Carfora, il 39enne originario di Torre Annunziata che era ricercato per l'omicidio della donna. La polizia l'ha arrestato a Otranto dopo un'intera notte di ricerche. L'uomo era l'ex della 29enne originaria di Rimini e non aveva accettato che la donna aveva troncato la loro relazione e adesso ne aveva un'altra.

Secondo le prime ricostruzioni sembra che la donna sia stata uccisa per provare a difendere il suo nuovo compagno. L'aggressione mortale è avvenuta a via Pascoli, nella località Specchia Gallone della cittadina del Salento. La donna è stata assassinata con una serie di coltellate al collo, alla nuca e al volto. Inutile il tentativo di salvarla di alcuni passanti che hanno provato a fermare l'emorragia. Quando l'ambulanza è arrivata sul posto, la donna aveva già perso troppo sangue ed è morta a seguito delle ferite. 

Per approndimenti Lecceprima 

L'intervista alla madre della vittima 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna uccisa a Lecce: in manette l'ex di Torre Annunziata

NapoliToday è in caricamento