Donna trovata morta, i vicini: "L'hanno straziata come un animale"

Legata a una sedia, imbavagliata, pestata a sangue fino a ucciderla. E' stata ritrovata in queste condizioni Stefania Fragliasso, classe '43, all'interno del suo appartamento al terzo piano del civico 176 di via Santa Lucia Filippini, a due passi da via Marina.

A vederla per primo è stato uno dei quattro figli, tra le 10 e le 11 del mattino. Intorno al corpo senza vita della donna mobili rovesciati e cose sparse ovunque a suggerire la rapina come movente. Ed è questa la prima ipotesi su cui stanno indagando i carabinieri. Una rapina finita male. Stefania era sola in casa.

Dalla prima ricostruzione sembra che il marito fosse uscito presto per lavoro. La 76enne era uscita a fare la spesa, poi rientrando nel palazzo qualcosa è andata storta, come racconta un vicino che ha visto il luogo del delitto. "C'erano ancora le borse della spesa fuori la porta. O quando è arrivata ha già trovato dentro i rapinatori e non avuto nemmeno il tempo di posarle, oppure è stata prese nelle scale. L'hanno straziata come un capretto".

I residenti sono sotto choc, figli e nipoti sono accorsi sul posto mentre la scientifica effettuava i rilievi. Sarà necessaria l'autopsia per comprendere che cosa abbia ucciso la vittima: se un colpo ben assestato oppure un malore, come un arresto cardiaco, sopraggiunto per il terrore di ciò che stava vivendo.

Nella mente dei pochi che hanno visto il corpo non andranno via facilmente le immagini terrificanti di questa donna, legata a una sedia e con evidenti segni di percosse, come racconta una vicina: "Nella stanza da letto nemmeno si poteva camminare. Cassetti, quadri, tutto rovesciato a terra. Lei aveva il segno di un pugno in faccia e poi le hanno messo le fascette". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Donna trovata morta, i vicini: "L'hanno straziata come un animale"

NapoliToday è in caricamento