Ferita alla testa a Mugnano: a colpirla non un proiettile ma una scheggia

A quanto risulta dalla radiografia si tratta di un frammento metallico (di 17 millimetri) proveniente probabilmente da un esplosivo. Verrà rimosso chirurgicamente

Diversamente da quanto era stato in un primo momento reso noto, la donna rimasta ferita a Mugnano nel corso dei festeggiamenti di San Silvestro non è stata colpita da un proiettile.

È quanto emerge dalla radiografia della 52enne, che si trovava fuori dall'appartamento dell'anziana madre (era in strada a gettare i rifiuti) quando è stata colpita da qualcosa in viso. In un primo momento si era pensato a un proiettile vagante, ma i successivi accertamenti fanno pensare piuttosto a una scheggia, frutto dell' esplosione di un botto.

La scheggia, conficcatasi tra fronte e naso, è lunga 17 millimetri, dimensione eccessiva per un colpo d'arma da fuoco. Avvrebbe potuto provocare conseguenze molto gravi se fosse penetrata in un altro punto della testa.

La donna sta bene. Il corpo metallico verrà successivamente estratto, mediante un intervento chirurgico, al Cardarelli dov'estata ricoverata dopo un primo trasporto al San Giuliano di Giugliano.

Il commento del sindaco

"Nonostante le ordinanze restrittive adottate da noi sindaci, e una situazione economica generale non proprio florida, c’è chi continua a gettare denaro per botti illegali, pericolosi sia per chi li usa che per chi è intorno, spaventando anche i nostri animali domestici. Come sindaco esprimo vicinanza alla signora ferita, cui auguro pronta guarigione, e mi consola l’attuale bollettino di Napoli e provincia che parla di pochissimi feriti quest’anno". Così Luigi Sarnataro, sindaco di Mugnano, ha commentato la notizia.

Le prime notizie: ipotesi proiettile vagante

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento