Battaglia nuovo arcivescovo di Napoli, i commenti: "Saprà affrontare al meglio la sfida"

Plauso unanime, nel mondo della politica, alla nomina di don Mimmo Battaglia come successore di Crescenzio Sepe

Domenico Battaglia

"Lotteremo ogni giorno per la giustizia, l'onestà e il lavoro". Si presenta con queste parole Domenico Battaglia, il nuovo arcivescovo di Napoli che succede a Crescenzio Sepe. Unanimemente positivi i commenti sulla sua nomina, fortemente voluta da Papa Francesco.

"Un prete per Napoli, del Sud", spiega il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ha conosciuto il prelato nel 1996 in Calabria. "Non vedo l'ora di incontrarlo e di dargli il massimo della cooperazione possibile per lavorare insieme per la nostra amata città". Secondo de Magistris "don Mimmo Battaglia è un prete, un sacerdote di strada, sempre tra i più fragili, tra gli ultimi, tra i tossicodipendenti, tra le persone bisognose. Mai come in questo momento una figura come quella di don Mimmo Battaglia è molto preziosa per Napoli soprattutto per contribuire a consolidare l'unità di questo nostro popolo e quel senso di fratellanza, di comunità che è sempre necessario ma che è particolarmente significativo in un momento così drammatico".

"Il nostro cordiale benvenuto – ha scritto il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca – al nuovo arcivescovo metropolita di Napoli, Domenico Battaglia, al quale vanno gli auguri per l'alta responsabilità pastorale che lo attende, con l'auspicio di una proficua collaborazione per il bene delle nostre comunità. Rivolgiamo un saluto affettuoso al cardinale Crescenzio Sepe, che lascia una traccia profonda per quanto ha fatto durante il suo ministero".

"Benvenuto a Napoli a Don Mimmo Battaglia – sono state le parole su Facebook dal ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadaforache guiderà l'Arcidiocesi della città partenopea. Il Cardinale Crescenzio Sepe lascia il suo incarico ma sono certo che non farà mancare il suo impegno per la città; una città resa migliore anche grazie al suo infaticabile lavoro di questi anni. Sono certo che il Cardinale Battaglia saprà affrontare al meglio tutte le sfide che gli porrà questo compito, forte anche del suo percorso di vita, che lo ha visto sempre vicino ai più deboli e agli emarginati. Napoli infatti è una città infinitamente complessa e ricca, forte di un tessuto culturale e sociale in cui il volontariato, non solo religioso, svolge un ruolo molto importante proprio a difesa della dignità e dei diritti dei 'dimenticati'. Il nostro popolo saprà accoglierla come merita, don Mimmo, confidando in lei e sostenendola nel suo nuovo cammino".

"Benvenuto a don Mimmo Battaglia – sono state le parole della vicepresidente del Consiglio regionale della Campania Valeria Ciarambinoun uomo semplice che incarna al meglio quei valori di semplicità e vicinanza verso i più deboli e gli emarginati, che sono propri del verbo di Papa Francesco. Napoli ha bisogno di una persona come lui, un prelato di strada che sono certa non sarà solo una guida spirituale per tutti noi, ma saprà indicare la via per risollevare il popolo napoletano in un momento così difficile della nostra storia. A monsignor Battaglia voglio garantire tutto il mio e nostro sostegno per le sfide importanti che lo attendono a garanzia del bene, della giustizia e della legalità e a difesa degli ultimi".

"A Monsignor Battaglia, a don Mimmo, gli auguri più affettuosi di buon ministero pastorale – ha scritto Antonio Bassolino, ex ministro, governatore campano e sindaco di Napoli – In una realtà come Napoli, e in tempi così difficili per il coronavirus, un Arcivescovo da sempre vicino agli ultimi e attento ai problemi sociali è benvenuto: è la persona giusta".

Don Ciotti, presidente di Libera, lo definisce "un autentico pastore. Una guida spirituale capace di immergersi nella storia delle persone, a cominciare dalle più fragili, povere, dimenticate. Un pastore anche per molti giovani, di cui sa intercettare bisogni, aspirazioni, inquietudini. Un punto di riferimento. E insieme un testimone concreto e coerente del Vangelo: poche parole e tanti fatti, quei fatti incarnati nella Parola di Dio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento