Ragazzina di 12 anni in ospedale, la madre: "Bullizzata online perché obesa". Arriva la replica

La donna ha presentato denuncia contro due 14enni che l'avrebbero perseguitata su Instagram. La replica della madre di uno dei due ragazzini coinvolti: "Verità ben diversa"

Una brutta vicenda di bullismo e body shaming ha avuto luogo a Napoli. Una studentessa di 12 anni, vittima di una vera e propria persecuzione avvenuta su Instagram, è finita in ospedale a causa di una sincope.

La ragazzina sarebbe stata denigrata e "stalkerizzata" con foto imbarazzanti e minacce, anche di morte, per i suoi chili di troppo.

I presunti bulli sono due 14enni, che sarebbero arrivati ad attaccare anche la madre della ragazzina, la quale aveva difeso sua figlia rivolgendosi ad uno dei loro genitori. La donna ha denunciato i due ragazzini ai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica della madre di uno dei ragazzini coinvolti

Questa la replica di Francesco Miraglia, legale della mamma di uno dei due 14enni coinvolti. "La verità sul caso di cyberbullismo nei confronti di una dodicenne napoletana, finita in ospedale per una sincope perché stalkerizzata a causa del suo peso, sarebbe ben diversa da come l'ha raccontata la mamma della ragazzina. Avrebbe infatti scatenato lei stessa una gogna mediatica contro il giovane, un amico della figlia quattordicenne che avrebbe postato su Instragram frasi denigratorie e foto imbarazzanti contro di lei. Il giovane si è trovato così vittima di messaggi offensivi e persecutori, finendo a sua volta in ospedale per la grande prostrazione patita". "Il giovane, come sua madre, stanno malissimo – va avanti l'avvocato – anche lui è finito in ospedale". "La mia assistita ha tentato un approccio con la madre della ragazzina, che però non è servito", conclude il legale, secondo il quale la donna "si è comportata peggio", "essendo un'adulta, che riveste persino un ruolo importante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento