menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Portici, multe dai 25 ai 500 euro per i venditori di botti illegali

Divieto di vendita di fuochi, giochi pirotecnici e d'artificio: ecco l'ordine pervenuto direttamente dal sindaco di Portici

Niente più botti e fuochi per l'ultimo dell'anno della città di Portici. Non ci saranno bancarelle o venditori improvvisati. Quest'anno Portici ha messo al bando la vendita di tutti i fuochi d'artificio. Addio a una delle attrazioni principali del Capodanno che è stata spesso causa di incidenti brutali dove ad essere coinvolti sono quasi sempre i ragazzi.

L'ordine del "divieto di vendita di fuochi, giochi pirotecnici e d’artificio" arriva direttamente dal sindaco di Portici. Un'ordinanza partita ieri e che resterà valida fino al 10 gennaio 2012. Questa ne obbliga la vendita solo in negozi abilitati, in grado di servire merce in piena regola, sotto le norme dell'Unione Europea.
 
Saranno dure le pene per chi deciderà di ignorare l'ordine. Come si legge su cronache di napoli, “ ci sarà, per tutti i trasgressori, una sanzione pecuniaria da 25 euro fino a 500 euro fatta salva, ove il fatto assume rilievo penale, la denuncia dell’autorità giudiziaria”, e ancora: “eventuali violazioni in materia di vendita in forma itinerante saranno, inoltre,contravvenzionate”.
 
Una vera e propria lotta alla vendita di prodotti altamente pericolosi, soprattutto se questa è illegale. Questo servirà prima di tutto a scoraggiare tutti coloro che vorranno agire contro la legge e nello stesso tempo sensilibizzare gli acquirenti, portandoli a riflettere prima di comprare fuochi d'artificio per strada.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento