menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Reale

Palazzo Reale

Niente più auto nel cortile del Palazzo Reale: è protesta

La decisione assunta dalla soprintendenza per i beni paesaggistici, architettonici, storici, artistici per Napoli e Provincia "al fine di assicurare dignità a Palazzo Reale e ai suoi spazi"

Circa cento lavoratori di Palazzo Reale e della Biblioteca Nazionale di Napoli stanno protestando da questa mattina per le nuove disposizioni che vietano loro di parcheggiare le auto in un cortile interno al palazzo stesso. I lavoratori vogliono portare la protesta all'attenzione del ministro dei Beni Culturali Ornaghi che è atteso stamattina in visita a Palazzo Reale. Il palazzo oggi è rimasto chiuso al pubblico fino alle 12 a causa di un'assemblea sindacale.

La decisione di impedire ai dipendenti di parcheggiare all'interno di Palazzo Reale di Napoli è stata assunta dalla soprintendenza per i beni paesaggistici, architettonici, storici, artistici per Napoli e Provincia "al fine di assicurare dignità a Palazzo Reale, ai suoi spazi e quindi migliore dignità e decoro a tutti coloro che vi operano", si legge nella circolare della soprintendenza. "Possiamo discutere - spiega all'ANSA il soprintendente Stefano Gizzi - di concedere il parcheggio ai disabili, oppure a chi fa il turno di notte o abita particolarmente lontano da Palazzo Reale. Per farlo era stata istituita una commissione a cui però sono giunte 400 domande, anche da parte di chi può arrivare qui da casa con la metropolitana. Si è resa così poco credibile la trattativa". "Nessuna soprintendenza - ha aggiunto Gizzi - a Roma, ad esempio, concede posti auto ai dipendenti. Qui si era consolidata una consuetudine sbagliata". Contro questa decisione un gruppo di circa cento lavoratori ha manifestato il proprio dissenso. (Ansa)



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento