rotate-mobile
Cronaca San Ferdinando / Piazza Trieste e Trento

Niente più auto nel cortile del Palazzo Reale: è protesta

La decisione assunta dalla soprintendenza per i beni paesaggistici, architettonici, storici, artistici per Napoli e Provincia "al fine di assicurare dignità a Palazzo Reale e ai suoi spazi"

Circa cento lavoratori di Palazzo Reale e della Biblioteca Nazionale di Napoli stanno protestando da questa mattina per le nuove disposizioni che vietano loro di parcheggiare le auto in un cortile interno al palazzo stesso. I lavoratori vogliono portare la protesta all'attenzione del ministro dei Beni Culturali Ornaghi che è atteso stamattina in visita a Palazzo Reale. Il palazzo oggi è rimasto chiuso al pubblico fino alle 12 a causa di un'assemblea sindacale.

La decisione di impedire ai dipendenti di parcheggiare all'interno di Palazzo Reale di Napoli è stata assunta dalla soprintendenza per i beni paesaggistici, architettonici, storici, artistici per Napoli e Provincia "al fine di assicurare dignità a Palazzo Reale, ai suoi spazi e quindi migliore dignità e decoro a tutti coloro che vi operano", si legge nella circolare della soprintendenza. "Possiamo discutere - spiega all'ANSA il soprintendente Stefano Gizzi - di concedere il parcheggio ai disabili, oppure a chi fa il turno di notte o abita particolarmente lontano da Palazzo Reale. Per farlo era stata istituita una commissione a cui però sono giunte 400 domande, anche da parte di chi può arrivare qui da casa con la metropolitana. Si è resa così poco credibile la trattativa". "Nessuna soprintendenza - ha aggiunto Gizzi - a Roma, ad esempio, concede posti auto ai dipendenti. Qui si era consolidata una consuetudine sbagliata". Contro questa decisione un gruppo di circa cento lavoratori ha manifestato il proprio dissenso. (Ansa)

Auto parcheggiate a Palazzo Reale - I Verdi



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente più auto nel cortile del Palazzo Reale: è protesta

NapoliToday è in caricamento