Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Mugnano di napoli

Camorra, divieto di dimora per un consigliere comunale di Mugnano

L'uomo ritenuto responsabile di associazione di tipo mafioso e di far parte del clan camorristico degli Amato-Pagano

I Carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un'ordinanza di applicazione del divieto di dimora a Napoli e provincia emessa dal gip a carico di G.B., un 44enne consigliere comunale a Mugnano di Napoli. L'uomo sarebbe ritenuto responsabile di associazione di tipo mafioso e di far parte del clan camorristico degli “Amato-Pagano”, operante per il controllo degli affari illeciti nell’area a Nord del capoluogo campano.

Le investigazioni, coordinate dalla Dda partenopea, lo indicano - secondo quanto sostengono i carabinieri - in riferimento alla gestione delle estorsioni a Mugnano di Napoli e nei contatti con imprenditori, commercianti ed esponenti delle amministrazioni locali.

Insieme a personale della Guardia di Finanza di Napoli, è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo a carico di altri indagati, con sigilli a 18 immobili (appartamenti, ville e terreni tra Mugnano, Quarto e Melito) e di una società di costruzioni con sede a Giugliano. Il valore: circa 5 milioni e mezzo.

"E' un fulmine a ciel sereno", il primo commento del sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro alla notizia dell'esecuzione dell'ordinanza nei confronti del 44enne consigliere comunale. "Invito tutti ad essere prudenti nei giudizi nel rispetto anche delle famiglie delle persone coinvolte. Ho piena fiducia nell'operato della magistratura", ha concluso il primo cittadino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, divieto di dimora per un consigliere comunale di Mugnano
NapoliToday è in caricamento