Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Balneazione, Legambiente: "Rischio infezioni per chi non ha rispettato divieto"

I parametri stanno tornando nella norma e si va verso il ritiro del provvedimento. Resteranno off limits via Partenope e Marechiaro. Il responsabile scientifico dell'associazione ambientalista: "Paghiamo un ritardo di infrastruttura pluridecennale"

I parametri del mare di Napoli stanno rientrando nella norma. I rilievi effettuati dall'Arpac il 26 luglio hanno dato risposte confortanti e il Comune di Napoli potrebbe, già nella giornata di domani 28 luglio, revocare il divieto di balneazione in vigore dal 23 luglio. Secondo indiscrezioni che arrivano dal Comune di Napoli, dovrebbero restare off limits i tratti d'acqua di via Partenope e Marechiaro, dove i valori di alcuni indicatori sono ancora sopra la norma. 

Intanto, però, restano vivi gli interrogativi sulle cause che hanno inquinato il mare di Napoli e avanza un po' di preoccupazione per le migliaia di cittadini che in questi giorni non hanno rispettano il divieto. "C'è sicuramente un rischio sanitario - spiega Giancarlo Chiavazzo, responsabile scientifico di Legambiente Campania - legato alla presenza di patogeni sia batterici che virali. Chi è stato in acqua può andare incontro a virus e infezioni, per esempio gastrointestinali". 

Sulle cause che hanno portato a questo scenario, ci sarebbero pochi dubbi: "Soprattutto nel periodo estivo - prosegue Chiavazzo - quando ci sono piogge dopo tanto tempo succede che le reti fognarie vengono ripulite da tutto quello che si è accumulato e veicolano anche i liquami. Le condotte hanno dei limiti di portata che quando ci sono piogge consistenti vengono superati. Per evitare un collasso ci sono dei meccanismi per far scaricare in mare saltando i depuratori. Ovviamente, non è un cosa normale, specialmente per un territorio che vorrebbe vivere di turismo. Paghiamo un ritardo ultradecennale nelle infrastrutture. La responsabilità di ciò è degli enti locali che dovrebbero occuparsi della rete attraverso l'Ente idrico campano". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Balneazione, Legambiente: "Rischio infezioni per chi non ha rispettato divieto"

NapoliToday è in caricamento