Disoccupati di Scampia occupano la sede del consiglio comunale

“Vogliamo lavorare. La miseria uccide più del virus”

I disoccupati del cantiere 167 di Scampia questa mattina hanno occupato la sede del Consiglio comunale di Napoli. Striscioni affissi sui balconi del palazzo della sede, in via Verdi, che recitano: "La miseria uccide più del virus". "Occuperemo e ci mobiliteremo a oltranza - dicono i disoccupati - fino a quando non riceveremo risposte concrete dal sindaco di Napoli e dagli assessori preposti. Non vogliamo più aspettare e mai lo abbiamo fatto. Oggi che scadono i redditi di cittadinanza, che cooperative private stanno lavorando a Scampia violando la clausola sociale che abbiamo strappato con la lotta? Il sindaco di Napoli cosa fa? Vogliamo risposte immediate". I manifestanti chiedono di "lavorare" perche' "da anni ci mobilitiamo - spiegano - per il diritto al lavoro con azioni di lotta, scioperi alla rovescia e incontri con organizzazioni del territorio e della citta'. Non permetteremo che la lotta per il diritto al lavoro si arresti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento